La Grande Truffa

Come ha riportato il Corriere del Ticino dello scorso 8 Aprile 2008 ci sono state grandi manovre delle Banche Centrali per salvare grandi banche fallite (Northrock in Inghilterra, Bear Stearns in USA) ed altre in difficolta’ (CiTi, Merryl Linch, UBS, Morgans, la stessa Goldman-Sachs, ed altre) e cercare di sgonfiare l’enorme bolla (meglio chiamarla BALLA) dei mutui subprime e derivati, ma c’e’ di piu’:

“Vi è lo stravolgimento di tutte le regole di finanziamento del sistema bancario da parte delle banche centrali, con l’accettazione come pegno di qualsiasi tipo di titolo. Infatti con le continue iniezioni di liquidità si è di fatto «nazionalizzato» questo mercato, trasferendo nei conti delle banche centrali gran parte dei titoli a rischio” http://www.cdt.ch/interna.asp?idarticolo=136706

Questo significa che le Banche Centrali Private della Federal Reserve e della BCE danno d’ora in poi la possibilita’ di scontare alle banche “nazionali” tutte le porcherie finanziarie “creative” che sono scoperte e che stanno facendo saltare il mercato per le loro insolvenze, cioe’ si accollano gli importi di Swap, Hedge Funds, Shink, Sub-prime e Derivati invenduti, pagando in contropartita nuove banconote stampate di fresco (ovviamente senza copertura…anzi, in questo caso con copertura NEGATIVA!)

In altre parole, Banche, Istituti di credito, Compagnie finanziarie ed altri soggetti della finanza virtuale potranno continuare a creare denaro dal nulla con certificati “creativi” A DEBITO, da rifilare a sprovveduti Clientie, e farle pesare sull’Economia reale. – Vedi esempio come la BCE assolve la BNL : http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Finanza%20e%20Mercati/2008/04/bnl-bankitalia-operazioni-derivati.shtml?uuid=59404c40-0799-11dd-ac64-00000e251029&DocRulesView=Libero

Ovviamente la nuova massa di banconote ricevute in cambio daranno un po’ di “respiro’ al mercato ma costeranno grande INFLAZIONE, che a sua volta pesera’ sulle nostre tasche e aggravera’ la nostra economia.

In definitiva tale occulta manovra non risolve i problemi economici ne’ la crisi dei mercati finanziari ormai scossi alla base (e per sempre in declino), per cui la crisi incombente, gia’ ora di proporzioni immense e globali, viene solo rinviata, ingigantendone ancor di piu’ la prossima.

Meglio prepararsi bene ad una sempre piu’ urgente ed indispensabile indipendenza, necessaria, se non per scansare, almeno per affrontare meglio tale minaccia, prima che sia troppo tardi.

Fabio Calzavara

written by

The author didn‘t add any Information to his profile yet.
Related Posts

Comments are closed.

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!