Veneto indipendente = Stato leggero

L’impressione che si ha visitando un qualsiasi Paese europeo è che noi viviamo in uno stato come minimo complicato. La logica di ogni attività pubblica sfugge spesso alla comprensione della gran parte dei veneti.
L’indipendenza ci permetterà di ridisegnare uno stato molto più leggero ed efficiente dell’attuale. Uno stato meno invasivo che dovrà fare esclusivamente ciò che gli compete, senza intromissioni in altre attività.
Lo stato potrà così concentrarsi al meglio negli ambiti che oggi non sono coperti da azioni efficaci proprio per l’enorme dispersione in mille attività che possono essere svolte altrimenti, ad esempio tramite le società private, oppure le organizzazioni di volontariato.
Lo statalismo ha, in Italia, radici storiche, che gli sono state necessarie per soffocare le forti culture nazionali venete, siciliane, sarde e di tutti i Popoli colonizzati con la violenza dai Savoia. Nell’epoca fascista ha avuto un ulteriore salto di “qualità”, mirando al monopolio di tutte le attività della società civile. La forza della storia, insieme al fatto che la quasi totalità dei partiti dell’Italia repubblicana sono stati e sono statalisti e centralisti, ha fatto sì che dal secondo dopoguerra, depurato lo statalismo storico dalle sue peggiori propensioni autoritarie e antidemocratiche, anche se mai del tutto abbandonate, se ne continuasse la tradizione e l’impostazione. L’Italia, infatti, oggi è uno stato-moloch che vede la propria presenza nei settori più disparati, dalla scuola, alla cultura, dal teatro, al cinema, dall’economia all’agricoltura, ad un livello che non ha più pari al mondo. Dopo la caduta del blocco sovietico, in questo fenomeno, l’Italia ha preso il primato, con grave danno dei veneti, che vedono a maggior ragione ferito il proprio innato forte senso dello stato.
Noi riteniamo che il Veneto indipendente potrà di valorizzare molto di più le iniziative private e della società civile, concentrandosi nelle attività che gli sono proprie.

written by

The author didn‘t add any Information to his profile yet.
Related Posts

Comments are closed.

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!