Unindustria Treviso sbaglia e si pone su posizioni estremiste e contro il Popolo Veneto

Per una volta le posizioni dei sindacati sono paradossalmente più vicine all’idem sentire dei lavoratori Veneti

Mai potevamo pensare che Vardanega e Unindustria Treviso fossero più vicini a Bertinotti che ai lavoratori e ai cittadini Veneti. Questa volta si può dire che i rappresentanti degli industriali trevisani hanno proprio “toppato”. Così come hanno confermato la propria visione assurda del mondo i rappresentanti della sinistra radicale che hanno bollato come “razzista” l’affermazione del segretario della Cgil di Treviso Paolino Barbiero che ha semplicemente e moderatamente chiesto di bloccare “nuovi ingressi di stranieri, finché non saranno ricollocati quelli lasciati a casa in questi mesi dalle aziende”.

indipendenza xe salari più alti

indipendenza xe salari più alti

Razzisti e profondamente nemici del Popolo Veneto sono coloro che pretendono di acuire una già grave situazione di disagio sociale che sta vedendo crescere ghetti di senza-lavoro.
Non esiste oggi alcun “sogno americano” nella nostra Patria Veneta, colonizzata dagli italiani con i loro uomini di controllo nei posti chiave, le loro leggi insulse, misto di incapacità di governo ereditata dai Savoia, di un dirigismo mal digerito dall’attuale casta pappona e dell’assenza di ogni criterio di pragmatismo.
Tutto ciò si chiama semplicemente buon senso, una categoria che sarà alla base della vita politica della Venetia indipendente.

 

Treviso, 19 novembre 2008

Partito Nasional Veneto

written by

The author didn‘t add any Information to his profile yet.
Related Posts