E Jesolo il 26 e 27 settembre vota per essere libera (e per liberare tutti noi Veneti)

jesolo

COME SI VOTA: TUTTE LE INFO SUL SITO DEL COMUNE DI JESOLO!

volantino-PNV-jesoloLa località turistica veneta votando sì potrà diventare la Montecarlo dell’Adriatico

In questi giorni parlando con gli amici e i soci del PNV nel tour precongressuale è emersa una grande speranza attorno all’appuntamento dei prossimi 26 e 27 settembre, giorni nei quali i cittadini di Jesolo voteranno per la propria indipendenza da ITA. Tra le varie ipotesi emerse, molti hanno auspicato l’annessione alla località turistica veneta, in caso di vittoria dei favorevoli alla libertà :- )

Diciamolo chiaramente, chi voterà no a Jesolo si dimostrerà un autentico imbecille.

Già, perché si può anche capire che nelle epoche storiche passate le persone potessero aver paura di esporsi, in mancanza di democrazia e quindi era normale che fosse più difficile rovesciare i regimi sanguinari per paura di ritorsioni.
Ma oggi, a Jesolo nel 2009, l’unica scelta possibile per una persona sana di mente e che si voglia un minimo di bene è votare sì. Nel segreto dell’urna i cittadini di Jesolo non devono aver timore del regime farsa italiano, che si basa solo sull’autoschiavitù dei propri cittadini-sudditi.
E la vittoria dovrà essere schiacciante. I giornali senza esclusione, o quasi, tacciono e fanno finta di nulla. È ovvio che sia così, perché essi sono di proprietà di gente che con i soldi dei Veneti ci campa, mentre noi Veneti fatichiamo ogni giorno di più per tirare avanti fino a fine mese.
Chi vota no a Jesolo, voterà per gli stipendi da nababbi alla classe politica nullafacente italiana.
I pazzi da incatenare che voteranno no a Jesolo, andrebbero richiusi in manicomio per incacapacità di saper cogliere un’occasione d’oro per essere liberi e indipendenti.
Chi vota no a Jesolo, vota per Mastella, De Mita, Buttiglione, Bocchino, Gasparri, Pecoraro Scanio e per mille altri figuri che farebbero miglior figura allo zoo, oppure al museo degli orrori politici. Chi vota no a Jesolo, vota per mantenere un regime parassitario e corrotto, il peggiore stato del mondo occidentale per libertà economiche, per giustizia, per libertà di stampa, per collegamenti ad internet, per investimenti in ricerca e sviluppo, un autentico inferno fiscale da cui chi può scappa, come dimostra l’esercito di giovani laureati che fuggono all’estero per avere un futuro.
Chi vota no vota per il passato, chi vota sì vota per il futuro.
Caro fratello Veneto che voti a Jesolo, non ascoltare le sirene italiane che vogliono solo rubarti i tuoi soldi e il frutto del tuo lavoro per continuare a vivere da parassita alle tue spalle, sabato 26 e domenica 27 settembre vota sì, vota per la tua libertà.
Tu sai che tutti i Veneti faranno il tifo per te, perché se tu vincerai, vinceremo tutti noi e potremo finalmente avvicinarci al momento della gioia e della libertà.

Viva Jesolo libera e W il Veneto indipendente!

Gianluca Busato
Segretario PNV

written by

The author didn‘t add any Information to his profile yet.
Related Posts