Congresso del PNV: si va alle elezioni regionali, per l’indipendenza del Veneto

Lodovico Pizzati eletto presidente, Gianluca Busato confermato segretario. Paolo Bernardini nominato presidente emerito

lodovico

Lodovico Pizzati

Il PNV ha deciso di presentarsi alle elezioni regionali del Veneto, in appoggio a un presidente indipendentista. Questa in sintesi la posizione emersa domenica 4 ottobre a Limena, al 2° Congresso del Partito Nasional Veneto, alla presenza anche di ospiti di altri partiti e movimenti che hanno portato i propri saluti. Tra di essi, Patrik Riondato (movimento Veneti), Ettore Beggiato, Elio Franzin, Sandrino Speri, Moreno Broccon (autonomisti bellunesi) e Federico Simeoni (Front Furlan).

L’assemblea dei soci del PNV, riunitasi nel Maggior Consiglio, il proprio organo sovrano, ha ribadito con forza la linea politica per l’indipendenza del Veneto, confermando il percorso politico democratico e legale per ottenerla, per mezzo di un referendum per l’indipendenza, da tenersi sotto monitoraggio internazionale.

Allo stesso tempo il PNV ha confermato l’intenzione di presentarsi alle prossime elezioni regionali del Veneto, in appoggio a un candidato presidente indipendentista e in coalizione con altre forze politiche favorevoli all’indipendenza del Veneto.

Il Congresso ha inoltre rinnovato i propri organi, scegliendo come proprio presidente il prof. Lodovico Pizzati. Lodovico Pizzati, coniugato con 3 figli, è nato a Valdagno 36 anni fa. Si è laureato in economia alla Georgetown University, è consulente della Banca Mondiale e docente di economia a Cà Foscari. Il Prof. Bernardini, studioso di levatura internazionale, docente di storia all’Università dell’Insubria e primo presidente alla fondazione del PNV nel maggio 2008, è stato nominato presidente emerito.

Per quanto riguarda gli organi esecutivi, è stato confermato il segretario politico del PNV, il trevisano Gianluca Busato, che ha ottenuto l’approvazione della linea politica indipendentista e ha spronato all’impegno tutti gli iscritti e simpatizzanti del PNV per preparare le prossime elezioni politiche regionali.

Il Minor Consiglio, organo politico rinnovato del PNV, oltre che dal segretario e dal nuovo tesoriere Stefano Venturato, già candidato presidente per il PNV alle recenti elezioni provinciali di Padova, sarà composto dai seguenti consiglieri: Sabrina Tessari (la più votata dal Maggior Consiglio, già candidata presidente per il PNV alle recenti elezioni provinciali di Venezia), Luca Schenato (Verona), Nicola Giolo (Rovigo), Geremia Agnoletti (Treviso), Stefano Zanellato (Padova), Claudio Ghiotto (Vicenza), Massimo Busato (Verona).

Il congresso ha infine nominato il Consiglio dei Dieci, l’organo di garanzia del PNV, che è composto da: Alessio Bettio (Padova), Diego Turco (Venezia), Moreno Breda (Padova), Riccardo Nicetto (Cittadella).

“I cambiamenti avvengono, magari senza che ce ne accorgiamo, magari più lentamente di quanto noi vorremmo, ma i cambiamenti avvengono sempre. Noi dobbiamo solo far capire ai veneti che con l’indipendenza avranno grandi vantaggi, sotto ogni profilo della propria vita e che non esistono altre alternative politiche per dare risposte concrete ai problemi della gente. Per cui ora usciamo nelle piazze e ogni giorno convinciamo qualcuno della bontà dell’indipendenza del Veneto”, ha detto Busato nella propria relazione. “Sotto il profilo economico – ha concluso Busato – abbiamo l’argomento vincente: oggi con l’Italia paghiamo 60 e otteniamo 10. Domani con l’indipendenza pagheremo 20 e otterremo 20. Pagando un terzo, avremo il doppio delle risorse”.

Ufficio Politico Partito Nasional Veneto

written by

The author didn‘t add any Information to his profile yet.
Related Posts