Indipendenza a tappe spedite, dopo le firme, la raccolta fondi

targetÈ iniziata la corsa del PNV verso l’appuntamento delle elezioni in Veneto del 2010

Lo stiamo ripetendo da qualche tempo, ma preferiamo ripeterci. Il 2010 per il Veneto non sarà un anno a caso. Sarà un appuntamento fondamentale per liberarci dalle catene di uno stato marcio e riprendere il cammino interrotto verso la modernità.
Una modernità che è fatta di responsabilità, di senso civico, di voglia di fare tutta veneta, oggi impossibili da mettere in pratica nel peggiore degli stati occidentali in tema di libertà e tra i peggiori esempi al mondo anche se raffrontato a paesi che ci sembravano molto lontani fino a qualche tempo fa.
Dobbiamo in estrema sintesi acquistare la nostra indipendenza e come noto l’unica strada possibile è quella di indire un referendum tra i cittadini veneti, che si esprimano su un quesito secco del tipo “volete voi che il Veneto sia uno stato indipendente con una piena personalità giuridica internazionale e legale?”.
Per ottenere tale obiettivo è necessario che i cittadini veneti diano un mandato in tal senso al PNV, nelle elezioni regionali del 2010. Un mandato pieno, chiaro, senza possibilità di fraintendimenti.
E tale punto programmatico – il consenso per indire un referendum per l’indipendenza, sotto monitoraggio internazionale – rappesenta proprio l’unico obiettivo fondante che il PNV pone alla base della propria campagna elettorale. INDIPENDENZA e nient’altro.
Il PNV sta quindi preparando l’appuntamento elettorale dell’anno prossimo. È già iniziata la raccolta firme che sta avvenendo in molte piazze venete e dai primi andamenti che registriamo possiamo già dire che l’obiettivo sarà raggiunto con un certo anticipo. Certo, dobbiamo intensificare ancora l’attività ancora nella sua fase iniziale, ma i buoni segnali ci sono tutti e la crescita è costante in tutto il Veneto.
Un altro aspetto importante è la selezione della classe dirigente che si presenterà alle elezioni sotto il simbolo del Partito Nasional Veneto. In questi giorni si stanno susseguendo riunioni a livello locale, dove emergeranno le persone che faranno parte della nostra lista indipendentista. Sarà data precedenza ai giovani preparati, alle donne e alle persone non compromesse con la politica marcia italiana. Il candidato presidente e il suo staff emergeranno invece dalla competizione delle primarie tutt’ora in corso. Entro il prossimo mercoledì 9 dicembre saranno rivelati anche i secondi running mate (vice-candidati) e con loro i giochi saranno quasi fatti, fino alla conta finale sul nome che correrà a rappresentare simbolicamente tutto il PNV e, soprattutto, l’indipendenza del Veneto.

Ora però noi volontari del PNV e dell’indipendenza siamo chiamati all’ultima sfida cruciale, il cui esito che sarà fondamentale per la vittoria: dobbiamo assicurare al PNV la forza economica per preparare una campagna di comunicazione che ci permetta di far giungere a tutti i Veneti con forza la nostra voce.

Aderisci subito alla squadra di volontari che sta portando avanti la raccolta fondi, in particolare verso gli imprenditori e chiunque sia economicamente in grado di aiutarci. Ogni volontario riceverà un kit molto importante per spiegare l’iniziativa, con brochure e biglietti da visita, con la giusta comunicazione necessaria per coinvolgere chi a cuore il futuro del Veneto.

Scrivi ora a volontari@pnveneto.org, indicando il tuo nome e cognome, il comune di residenza e un tuo numero di telefono mobile per poterti contattare.

Senza libertà economica non esiste nessuna libertà e ciò vale anche per le organizzazioni moderne e snelle come il PNV.

Gianluca Busato
Segretario PNV

written by

The author didn‘t add any Information to his profile yet.
Related Posts

Comments are closed.

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!