A Copenhagen nessuno parla veneto?

venice_floodingIndipendenza per la salvaguardia del nostro ambiente

In questi giorni a Copenhagen il mondo si interroga sul futuro climatico e sulle scelte da fare per preservare il nostro ambiente naturale.
Se c’è una realtà che è fortemente interessata ai cambiamenti climatici questa è Venezia e con essa tutto il Veneto. Venezia avrebbe dovuto essere presente, ma purtroppo a Conpehagen non avrà voce.
Chi difenderà Venezia, che pure con l’innalzamento del livello del mare qualcosa ha a che fare e che non può avere voce su questi temi? Forse non molti sono al corrente del fatto che entro la fine del secolo Venezia potrebbe fare i conti ogni giorno con l’acqua alta, MOSE, o non MOSE.
Chi difenderà il litorale Veneto, che pure risente fortemente della delicatezza del momento storico e delle scelte che saranno, o non saranno effettuate?
Chi difenderà le Dolomiti e tutte le montagne venete, il cui destino potrà essere segnato da ciò che a Copenhagen sarà deciso?
Nessuno. Nessuno parlerà a nome del Veneto. Nessuno difenderà l’interesse dell’ambiente naturale veneto, unico al mondo e già fortemente compromesso da un inquinamento dell’aria e dell’acqua causati dal mancato ingresso nella moderna società dell’informazione e dello sviluppo ecosostenibile.
Di sicuro non saranno presenti i politici veneti, troppo impegnati a fare i servi dello stato italiano. E se anche qualcuno fosse presente, sarà solo per farsi scattare qualche foto per la campagna elettorale.

L’assenza di una voce veneta a Conpenhagen rappresenta una drammatica evidenza dell’inadeguatezza politica della nostra classe dirigente e della necessità impellente di acquisire la nostra indipendenza politica, al più presto.

Partito Nasional Veneto

written by

The author didn‘t add any Information to his profile yet.
Related Posts

Comments are closed.

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!