Archive for month: Marzo, 2010

Sì, noialtri a semo i fioi de la Libartà

Anch’io come il nostro segretario Gianluca Busato oggi tornerò a votare. Ho quasi 31 anni e nella mia vita di maggiorenne elettore ho votato poche volte (e verrebbe da dire poco e male). Più tardi però mi recherò al mio seggio e potrò votare finalmente in modo convinto per un progetto di Libertà. Credetemi quando vi dico che solo a pensare e a scrivere questa cosa mi viene una pelle d’oca incredibile e mi si inumidiscono gli occhi per l’emozione. Oggi mi sento pervaso da una bellissima sensazione di Libertà che mi fa star bene e mi riempie di energia.

Read more

Read more

2006 – 2010: Il sogno diventa realtà

Tutto ebbe inizio nell’agosto 2006
Dopo un viaggio in Olanda, durante il tragitto di rientro verso casa, Gianluca non riusciva ad accettare di avere trascorso 8 giorni in un paese civile, pulito, ordinato, straordinario, dove i cittadini erano orgogliosi di essere sudditi della regina Beatrice. Stavamo per ritornare in Italia, dove tanti problemi e insoddisfazioni ci aspettavano per un territorio governato secondo logiche clientelari, nepotistiche, polverose, vecchie. Appena si passava il confine verso Austria, Slovenia, Germania o Svizzera molte cose cambiavano in meglio. E noi? noi no, sempre sepolti dentro lo schifo che ci propinava l’Italia.

Durante queste vacanze estive Gianluca scopre che pochi mesi prima era stata approvata la legge 85/2006 che aboliva una vecchia legge fascista che condannava con l’ergastolo chi diffondeva l’idea dell’indipendenza politica. Subito si attivò: creò il blog http://veneto-libero.blogspot.com per raccogliere altre persone con la stessa voglia di dare una svolta positiva al nostro territorio.

Read more

Read more

Dopo 14 anni torno a votare, per l’indipendenza

Sono passati 14 anni dall’ultima volta che ho votato ad una elezione. Già. Nel frattempo sono andato alle urne altre 2 volte per votare un paio di referendum, annullati per mancanza di quorum.
Oggi, finalmente, ho potuto riassaporare il gusto di votare per un partito e per un candidato presidente.
La cosa buffa è che, per poterlo fare, ho dovuto promouoverne la nascita e contribuire alla sua fondazione.
Ora aspettiamo fino a lunedì pomeriggio per sapere com’è andata. Per quanto mi riguarda cambierà poco.

Oggi facciamo la storia. Tutti i veneti hanno infatti la grande opportunità di votare per l’indipendenza del Veneto.
È un fatto di rilevanza politica assoluta.

Read more

Read more

IDEE PER IL POST-SVILUPPO

di Gianluca Panto

Il Veneto, e non solo, si devono interrogare su cosa fare nella fase del post-sviluppo. L’Italia nel suo complesso non ha interesse a questo, perchè il nostro territorio innanzitutto deve “rendere”, a tutti i costi.
Risulta sempre più evidente che applicare il provvisorio anestetico del federalismo fiscale è impossibile. Nessuno stato centralista è mai diventato federale successivamente. Le costituzioni centraliste sono blindate, immodificabili,
E’ invece oramai evidente la necessità imprescindibile per i veneti della conquista di una indipendenza politica, in quanto unica strada percorribile per sviluppare nuovi e più moderni modelli di società a noi più adatti.
Read more

Read more

Alla Lega Lombarda – Lasse VII-IX

Tweetgovernment,politics news,politics news,politicsQuivi compaiono…

Read more

Pretendi il meglio per te e per i tuoi cari: VOTA PANTO – VOTA PARTITO NASIONAL VENETO

Ciao,

alle prossime elezioni regionali del Veneto c’è una grande novità.
Per la prima volta potrai votare per l’indipendenza del Veneto.

Read more

Read more

San Dona’ di indipendenza

Tweetgovernment,politics news,politics news,politics Tessari, Pizzati,…

Read more

Decine di migliaia

Ormai ci siamo abituati: parlare di indipendenza non è più tabù. Grazie alla decente esposizione mediatica dovuta a questa campagna elettorale, il nostro candidato Gianluca Panto e altri esponenti del PNV sono riusciti a ulteriormente sdoganare la possibilità concreta di uno stato veneto indipendente.

Anche i quotidiani italiani si sono adeguati e parlano sempre meno di autonomismo e statuto speciale, e sempre più di indipendentisti veneti. L’informazione viaggia, e notiamo come la gente veneta non reagisce più al nostro programma come se fosse un’utopia pazzoide, ma come una appetibile alternativa da prendere perlomeno in considerazione. Forse complice la crisi, i veneti (di tutte le età e di diversi background politici) si rendono sempre più conto che l’indipendenza non è un rinchiudersi nel passato, ma è invece un salto verso un futuro europeo senza dogane, verso un’amministrazione civile, verso il progresso. Abbiamo tutti una gran voglia di costruirci uno stato di cui andar fieri. Lo sentiamo nel sangue, perché in passato lo abbiamo anche avuto uno stato che non ci era antagonista nella nostra vita quotidiana. Lo rivogliamo, e al passo con i tempi.

In questi ultimi giorni di elezioni rischiamo di dare per scontato tutto questo successo finora ottenuto. Si pensa ai manifesti, al volantinaggio, alle potenziali percentuali di voto, ma ci dimentichiamo di quanta strada siamo riusciti a percorrere in così breve tempo: Read more

Read more

Comizio di chiusura campagna elettorale

Tweetgovernment,politics news,politics news,politicsvenerdì 26 marzo:…

Read more

Chi votare a Verona

Tweetgovernment,politics news,politics news,politics

Read more