Archive for month: Marzo, 2010

Conplimenti al nostro prexidente emerito!

Tweetgovernment,politics news,politics news,politicsPaolo Bernardini…

Read more

CANDIDATURE PRESIDENZA REGIONE VENETO: GIANLUCA PANTO SU ANTENNA 3

Tweetgovernment,politics news,politics news,politicsLA VOCE DEL MATTINO:…

Read more

Le ragioni degli unionisti (02): il protettorato

Qui il primo episodio.

La seconda motivazione che si sente fare spesso da molti Italiani e da molti Veneti è che un eventuale Veneto Stato Indipendente andrebbe sicuramente allo sbando a causa…dei Veneti stessi. Il ragionamento è molto comune tra gli italiani e purtroppo anche tra molti di quelli che io chiamo Self-hating Veneti. I Self-hating Veneti sono tutti quei Veneti che odiano irrazionalmente il loro essere Veneti e che si vergognano di esserlo, soprattutto davanti a persone provenienti da altri luoghi.

Read more

Read more

Firme Digitali

Tweetgovernment,politics news,politics news,politicsCo no stato veneto…

Read more

Momento storico: facciamo votare l’indipendenza!

Solo tre settimane ci separano dal voto nelle prossime elezioni regionali. Per la prima volta i Veneti potranno dare il mandato politico a una nuova classe dirigente per indire un referendum per l’indipendenza del Veneto.
Per la prima volta il PNV darà a tutti gli elettori in tutte le province del Veneto questa possibilità storica.
Allora è di questo che vi voglio scrivere oggi. Per un attimo dimentichiamoci il grigiore dell’Italia, cancelliamo le prime pagine dei giornali e i titoli dei telegiornali, che vogliono appiattire le nostre speranze soffocandole nel destino triste di uno stato allo sfacelo, del quale tutti ci vergogniamo.
No, io mi voglio ribellare a questi luoghi comuni della tristezza e dell’umiliazione delle nostre aspettative.
Noi Veneti, ricordiamocelo, siamo i vincitori!
Questo è il significato del nostro nome. Noi tutti donne, uomini, ragazze e ragazzi, studenti, operai, dirigenti, pensionati e disoccupati, ricordiamoci di chi siamo, siamo degni di essere veneti.

Read more

Read more

Candidati PNV: xóveni, bèi e inteigenti

Tweetgovernment,politics news,politics news,politics I xe 33 i candidà…

Read more

5 milioni di motivi per un Veneto indipendente

Tweetgovernment,politics news,politics news,politics

Read more

PNV: incontri a Marostica e Caldiero e appuntamenti in radio e TV

Tweetgovernment,politics news,politics news,politicsIncontri del PNV:…

Read more

Conegliano 3 marzo: incontro con PANTO e il PNV

Tweetgovernment,politics news,politics news,politicsAderisci all’evento…

Read more

McItaly

‘Personaggi da operetta recitano la tragedia dell’umanità’
Karl Kraus

McItaly potrebbe ben essere il nome di ITA nel momento della sua dissoluzione. Una grande abbuffata fino a quando è possibile, ingurgitando fino a scoppiare, patatine, cetriolini, carni e polli e pancette, colate di Cola Cola gelida, di Fanta l’aranciata d’arancia, Sprite e via di questo passo. E senza neanche la regia sapiente di Marco Ferreri. Me li immagino così, i politici di ITA, che naturalmente poi, come il personaggio di Verga amaramente giunti alla fine, faranno fuori a mazzate gli ultimi pollastri rimasti – i semplici cittadini di ITA – urlando nell’agonia: “Roba mia, vientene con me!”. Ma roba loro, il nostro, non è mai stato. E d´ora innanzi non lo sarà proprio più.

E tuttavia, per il mio triste sconcerto, scopro che come sempre la realtà supera la fantasia, anche la mia, assai accesa, notoriamente. Esco dall’aula della palazzina di via Cavallotti a Como, ahimé che contrappasso in vita, insegno in via Cavallotti e il mio studio è in via Garibaldi. Sono perlomeno lieto di aver spiegato ai miei studenti, assai simpatici e attenti e aperti al mondo, così en passant, qualcosina della vita e soprattutto della morte di Cavallotti, garibaldino tenace, grande provocatore, amante dell̀΄insulto e della violenza verbale, tipo il Cavalier d’Arcore, insomma. E mediocre in tutto il resto: nato con lo sfortunatissimo nome di Felice, felicità ne ebbe poca. Sfidava a duello gli avversari, insomma un vero Billy the Kid de noaltri, ne fece quattro almeno. Al quarto una bella sciabolata gli divise in due la testa. Game over. Sono davvero questi i modelli da proporre ai giovani, gli eroi dei Mille, i grandi poeti di ITA, autori di versi davvero immortali: “Per l’Itale sorti giurammo pugnar-Fratelli ai fratelli nell´aspra tenzone-Recare il soccorso di libero acciar…”?

Read more

Read more