Pesce d’aprile per il Fisco italiano, Giorgio Fidenato fan club

Il 1° Aprile presso il Tribunale di Pordenone si terrà l’udienza definitiva che vede come protagonista Giorgio Fidenato che, insieme al Movimento Libertario, sta conducendo la battaglia antischiavista e antistatalista contro il sostituto d’imposta, ovvero l’obbligo, l’imposizione che prevede ad ogni datore di lavoro di pagare le tasse per conto dei propri dipendenti, norma anche anticostituzionale.
Giorgio Fidenato è un imprenditore di Pordenone che dal Gennaio 2009 ha intrapreso una storica battaglia contro il Fisco e lo Stato Italiano. Di comune accordo con i suoi dipendenti ha deciso di smettere di fare da sostituto di imposta per conto dello stato. Giorgio cioè ogni mese consegna ai propri dipendenti l’intera somma lorda del loro stipendio rifiutandosi di pagare tasse e contributi per loro conto. Le tasse, se vorrà pagarle, dovrà pagarle direttamente il dipendente.
Questa non è solo una battaglia per la forma. E non è solo una battaglia per un principio: nessuno deve essere costretto a lavorare gratis per lo Stato (e pagare le imposte per conto di altri è un vero e proprio lavoro con forti oneri annuali). Questa è una grande battaglia. Se il dipendente si ritrova tutti i soldi che gli spettano in busta paga egli comprende che non è il suo datore di lavoro a pagarlo poco ma è lo Stato a defraudarlo di oltre la metà di ciò che gli spetta!

written by

The author didn‘t add any Information to his profile yet.

Comments are closed.

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!