Archive for month: Aprile, 2010

I fu PIGS

di Lodovico Pizzati, pubblicato su noiseFromAmerika.org

Come ogni aprile, prima degli Spring Meetings, il Fondo Monetario Internazionale ha aggiornato il suo World Economic Outlook database. Riporto alcuni dati di finanza pubblica lasciando l’analisi a voi. Io mi concentro dove ho un vantaggio comparato: fare grafici colorati.

WEO è semplice e pratico per chi vuol accedere ai principali indicatori macroeconomici senza immergersi in ricerche complicate. È attendibile per paragonare diverse economie, e include le previsioni dell’IMF fino al 2011. Per pochi paesi (i G7) qui si azzardano previsioni fino al 2015.

I Fantastici Quattro

Germania, Francia, UK e Italia sono le uniche economie europee per le quali il Fondo cerca di prevedere i prossimi 5 anni. La prima previsione e’ per il tasso di crescita del PIL (GDP nell’acronimo anglosassone), riportato sotto

Read more

Read more

Benetton: basta “Made in Italy”

Nella riunione operativa tenuta oggi a Ponzano Veneto, i vertici della nota casa di abbigliamento hanno deciso di abbandonare il “made in italy”, pianificando la costutuzione di “business units” in diverse aree del mondo che si occuperanno di realizzare i capi adattati alle esigenze dei gusti locali.

Come già hanno fatto altre multinazionali anche Benetton intraprende questa nuova forma di sviluppo del prodotto in funzione delle esigenze locali, in risposta alla rejezione che sempre più i mercati hanno mostrato verso l’appiattimento globalizzato, il cui simbolo ancora oggi è rappresentato dalla Coca-Cola (anche se in realtà esistono ricette personalizzate per ogni area di mercato pure per questo noto prodotto simbolo della “globalizzazione”).

Così anche il “made in …” viene ora gettato nel cassonetto per evitare di dare una impronta di provenienza (e quindi culturale) ai prodotti commercializzati.

Read more

Read more

Se gli dai un dito…

L’indecenza nel chiedere aiuti allo stato rubando soldi ai cittadini non ha limiti nella pseudoimprenditoria italiana. L’ultima in ordine di tempo è quella della FIEG (Federazione Italiana Editori), che per bocca del suo presidente Malinconico (non è uno scherzo, si chiama proprio così) vorrebbe applicare una minitassa (così furbescamente la chiama) alla navigazione in Internet, non sui loro giornali, che sarebbe leggittimo, no proprio sull’uso della rete!

Read more

Read more

IL RISVEGLIO DI VENEZIA – MANIFESTAZIONE PER L’INDIPENDENZA DELLE VENEZIE

clicca per ingrandire

EL DI’ DE L’ INDEPENDENSA
VENETIA STATO INDIPENDENTE

SABATO 24 APRILE 2010 ALLE ORE 15.

CONCENTRAZIONE DAVANTI ALLA STAZIONE DI SANTA LUCIA A VENEZIA, LA SERENISSIMA
PERCORSO: STRADA NUOVA, SANTI APOSTOLI, CAMPO SAN BARTOLOMIO, MERCERIE, PIAZZA SAN MARCO
DURATA prevista circa 3 ORE

SCOPO DELLA MANIFESTAZIONE: far sapere al mondo che esiste la causa dell’ INDIPENDENZA DELLA VENETIA e che questa causa unisce TUTTI i patrioti veneti, senza distinzione di partito o gruppo.

VOGLIAMO ANCHE FAR SAPERE CHE NON SIAMO SOLI: MANIFESTERANNO INSIEME A NOI RAPPRESENTANTI DEI POPOLI IN LOTTA PER LA PROPRIA INDIPENDENZA provenienti dalla penisola italica, l’ Europa e l’ America.

Evento su facebook

Read more

Read more

Bruxelles – Brussels: colpo al cuore per i leviatani ottocenteschi

Nel cuore dell’Europa, a due mesi dalla presidenza di turno dell’UE del Belgio, scoppia una crisi che porta in sé significati enormi per capire il destino che ci riserverà il futuro

Il distretto Bhv (Bruxelles – Hal – Vilvorde) sembra diventare la causa della rinnovata crisi istituzionale che sta mettendo a dura prova il Belgio e la sua tenuta come stato unitario. Il Bhv era infatti l’unico ambito amministrativo belga in cui era presente una situazione di bilinguismo tra fiamminghi e valloni. Il resto dello stato era diviso dal 1962 da una sorta di frontiera linguistica.

I partiti che formavano una debolissima coalizione di governo oggi sono sul piede di guerra proprio a causa dell’ingestibilità delle reciproche posizioni in merito al distretto bilingue. L’ovvia conseguenza sono state le dimissioni del premier Yves Leterme.
La domanda che ora tutti si pongono è: che senso ha mantenere in piedi uno stato artificiale creato nell’800 ed emblema dell’inadeguatezza di questi leviatani ad affrontare le sfide dell’oggi?

L’ottenimento dell’indipendenza da parte delle Fiandre e della Vallonia, proprio perché avviene nel cuore dell’Europa, aprirebbe senz’altro il vaso di pandora delle nazionalità soppresse ingiustamente 1-2 secoli fa e creerebbe le condizioni utili anche all’ottenimento della libertà per la Venetia.

Read more

Read more

25 aprile – esponiamo il Gonfalone di San Marco

Riceviamo e volentieri pubblichiamo:

Il 25 Aprile esponiamo con orgoglio la nostra bandiera Veneta

Un malinteso sentimento di integrazione verso persone di culture, religioni e usanze diverse provenienti da altri continenti o regioni d’Italia, si trasforma per alcuni in uno strumento di autocensura nei diversi contesti sociali in cui normalmente manifestiamo gli aspetti della nostra identità collettiva. Si parli dell’esposizione dei crocefissi in luoghi pubblici, dell’allestimento dei tradizionali presepi natalizi o addirittura della preparazione di piatti della nostra cultura enogastronomica, si sentono qua e là voci di funzionari o semplici cittadini che chiedono di rinunciare alle nostre usanze per “paura di offendere” coloro che provengono da altri contesti.

Read more

Read more

Il venetismo è il primo nemico dell’indipendenza veneta?

Riflessione critica sull’intervento di Ciambetti a favore dell’unità d’Italia

Ieri ho letto un intervento di Roberto Ciambetti sul Gazzettino, intitolato “La Lega, l’unità d’Italia e le nuove speranze”. Egli raccoglie idealmente l’invito di Ciampi alla lega di farsi carico dell’unità nazionale.
Ora mi chiedo: perché lo ha fatto? Non poteva starsene zitto? Perché invece, proprio nei primi giorni di insediamento della nuova giunta regionale a guida leghista, questo assessore, che forse assieme al neo-presidente, rappresenta l’emblema del cosiddetto “venetismo”, ha sentito la necessità di scrivere quelle righe che sono l’ennesima sberla in faccia a chi ritiene che invece l’unica possibilità di avere un futuro sia nell’indipendenza veneta? Perché invece egli ha deciso di farlo proprio pochi giorni prima della più importante Festa Nazionale Veneta, che è San Marco?
Read more

Read more

Xoventù Independentista cambia logo… anzi impronta!

Tweetgovernment,politics news,politics news,politicsRiceviamo e volentieri…

Read more

congreso PNV – Major Consejo

Tweetgovernment,politics news,politics news,politicsciao a tuti, antisipemo…

Read more

Io sono Veneto e non venetista

Tweetgovernment,politics news,politics news,politics Io sono Veneto…

Read more