Ancuò Bossi e Berlusconi e doman ghe toca a Napolitano: politici italiani in Veneto ve odiemo


09 nov 2010 – Tensione davanti alla Prefettura di Padova dove un gruppo di manifestanti ha contestato l’arrivo del premier Silvio Berlusconi e del ministro Umberto Bossi.
“Vergogna, mafioso, dimissioni” tra gli slogan urlati dai manifestanti che hanno esposto anche cartelli con la scritta “Voi donne e festoni, noi fango e alluvioni”.

Patrik Riondato (I VENETI): «Ormai è chiaro, con le buone maniere in questa repubblica delle banane non cambia niente. Per una volta toccherà anche a noi fare come a Napoli, dove bruciando tricolori e tirando molotov ai carabinieri hanno vinto e ottenuto quanto volevano».
«La visita di cortesia dei signori Bossi e Berlusconi, che invece di stanziare subito i fondi necessari per il Veneto con un decreto vengono qui a fare vuote promesse, – dichiara Patrik Riondato a nome del movimento indipendentista – si conclude giustamente tra i fischi e gli insulti da parte della gente comune raccoltasi davanti alla prefettura di Padova. Domani – prosegue Riondato – sarà la volta del presidente della Repubblica Napolitano a Padova: verrà a replicare quanto visto oggi? Promesse alle quali nessuno può credere? I veneti si aspettano fatti, si aspettano di vedersi tornare i soldi che ogni anno lo Stato italiano ci rapina: sono soldi nostri e li vogliamo indietro, perché ora ci servono per aiutare famiglie e imprese disperate».

Fonte

written by

The author didn‘t add any Information to his profile yet.