Archive for month: giugno, 2011

“My miserable life in Mysore” at Rose’s

Tweetgovernment,politics news,politics news,politics Reading of one…

Read more

La crisi greca scuote il mondo

Sindrome da default e paure da contagio

Una nuova estate finanziaria calda sembra avvicinarsi in Europa. L’epicentro della crisi è la Grecia. Vissuta per anni sopra le proprie possibilità, con una vergognosa falsificazione dei propri dati di bilancio e l’addomesticamento degli istituti nazionali di statistica, oggi il debito greco che pare insostenibile assume però una luce sinistra per l’intera Europa.
I maggiori quotidiani finanziari internazionale e le borse di tutto il mondo parlano infatti senza mezzi termini di un “contagio” che può partire dalla Grecia, che pare ineluttabilmente avviata verso la bancarotta, ma che si paventa possa trascinare nel gorgo del fallimento statale sotto i colpi della speculazione internazionale altre economie europee, Portogallo e Irlanda in primis, ma anche Italia (oggi lo spread tra bund decennali tedeschi e btp italiani ha superato la soglia dei 200 punti!), Spagna e Belgio. È quindi l’intera area euro ad essere in crisi.
Si comprende come uno scenario di tale portata sembri incredibile e per certi versi inedito. Read more

Read more

Nessuna alleanza con la lega dei bugiardi

Voglio fare alcune previsioni che spero siano sbagliate.

Credo infatti che sabato e domenica prossimi a Pontida la lega nord di Umberto Bossi tornerà a inforcare l’arma della secessione. Forse anzi questa volta la chiameranno indipendenza, perché nel frattempo è nato un pensiero politico indipendentista moderno con cui fare i conti.

Questi buffoni della politica torneranno a prendere la strada delle balle di 15 anni fa, sperando che in tanti si siano dimenticati delle loro giravolte romane.

La infarciranno con puttanate colossali contro la globalizzazione, riempendosi la pancia di slogan identitari sterili.

Read more

Read more

Io la penso come Luca Schenato

I referenda italiani sono come acqua sul marmo per l’indipendenza del Veneto

Questo è un blog di opinioni prettamente politiche ed è giusto dire come la pensiamo sui temi importanti come i referenda che si sono tenuti domenica e lunedì scorsi.
Io non sono andato a votare e non ne ho fatto mistero. Mi è molto piaciuta la presa di posizione di Luca Schenato, che infatti ho condiviso pubblicamente sui vari social network che frequento, anche se mi pento di non avere scritto a mia volta un intervento da me firmato.
Queste votazioni, lo ammetto, non mi hanno proprio interessato. Le ho sentite come una cosa a me estranea. Ho vissuto con grande distacco anche il sincero entusiasmo di molti miei amici che ho visto in rete celebrare i risultati. Ho visto il mio partito prendere una posizione sul tema che non ho condiviso né compreso, anche se per me non cambia nulla, perché l’obiettivo del mio partito è un altro e perché fortunatamente Veneto Stato a differenza dei partiti totalitaristi e oscurantisti italiani ha ben saldi al proprio interno alcuni principi fermi, tra cui la salvaguardia della libertà di espressione e di opinione, che mi permettono di dissentire anche pubblicamente dalla tattica politica che persegue, quando tale dissenso non sia in contrasto con l’obiettivo unico dell’indipendenza del Veneto. Read more

Read more

Veneto colonia produttiva dell’Italia: La situazione è grave, ma non seria

Tweetgovernment,politics news,politics news,politicsParafrasando Ennio…

Read more