Assunzione di responsabilità per l’indipendenza del Veneto

Il momento che sta vivendo tutta la Venetia è storico e di fondamentale criticità.

Ieri un suo intervento intitolato “Il Veneto degli imprenditori suicidi”, Beppe Grillo ha dato la dimensione del fenomeno in atto. Citiamo le parole finali del suo intervento, che, meglio di ogni altra analisi, fotografano la situazione: “I movimenti indipendentisti veneti stanno aumentando. Non sono cani da lecca come la Lega. Il Veneto non si farà suicidare in silenzio.”

Sempre ieri abbiamo letto e apprezzato l’intervento di Antonio Guadagnini, che ha lanciato un appello all’unità dell’indipendentismo veneto sotto il simbolo di Veneto Stato.  Dopo il Maggior Consiglio di domenica 11 dicembre a Venezia, che ha ripristinato la legalità violata nel congresso tenutosi al Viest il 23 ottobre, e che ha consentito ai soci di azzerare futili epurazioni, ora la ricomposizione politica diventa il prossimo passo di rilievo. Pertanto auspichiamo una convocazione di un Maggior Consiglio unitario secondo le regole della legalità uscite dall’assemblea sovrana dei soci dell’11 dicembre scorso.

Questo è un passaggio importante, ma che nulla cambia rispetto all’esigenza di ogni indipendentista veneto di assumersi le proprie responsabilità e di aumentare il più possibile la propria attività politica, nel momento in cui appare chiaro a tutti che l’Italia è fallita, anzi, per citare Alessio Morosin, è sul letto di morte.

Non basta però che questo stato in putrefazione si dimeni come un mostro tumorale in preda alle convulsioni. Per far sì che i veneti non si facciano suicidare in silenzio dobbiamo ancor più favorire il percorso naturale per la nostra indipendenza.

Tale percorso si compie con l’assunzione di responsabilità che passa per un esercizio che prima di tutto è individuale, in ognuno di noi e quindi diventa di gruppo e di popolo.

Rafforziamo quindi e ricompattiamo il movimento con l’azione politica continua e libera, senza filtri, cosicché la spontaneità ma anche la potenza di un movimento veramente popolare possa esprimersi alla sua massima espressione.

Per farlo, basta poco. Tanto per iniziare basta aderire a Veneto Stato, in pochi secondi, compilando il seguente modulo on line, favorendo così l’unico progetto politico esistente oggi nel panorama politico, per l’ottenimento pacifico, democratico e legale della completa indipendenza politica del Veneto.

Gianluca Busato

written by

The author didn‘t add any Information to his profile yet.