TEST DEL DIAVOLO: INDIPENDENZA VENETA? (aggiornato)

Risposte a domande frequenti sull’indipendenza

Un semplice test in cui ci siamo sottoposti ad ogni tipo di domanda, leggetelo e capirete che l’indipendenza è l’unica soluzione al cancro Italia. L’Italia non è riformabile, è tempo perso cercare di modificarla. la corruzione morale, la burocrazia i privilegi sono ovunque. Si tratta di una metastasi irreversibile e non più asportabile. Ci vuole il coraggio di dire: bastaitalia! (tratto dall’originale pubblicato in bastaitalia.org)

TEST: – “INDIPENDENZA VENETA?”

1) Voi siete contro di me perche sono Siciliano e poi mi butterete fuori!

Un Veneto indipendente vuol dire opportunità per tutti senza distinzione di razza e provenienza. Noi siamo per l’indipendenza della Sicilia, della Sardegna, del sud Tirolo e collaboriamo quotidianamente con i nostri fratelli che lottano per l’indipendenza come noi.

2) Io sono di Napoli voi non ci volete!

Vivi e lavori in Veneto? Allora sei Veneto, il Veneto sei tu, e se lo ami lo vuoi indipendente perché la ricchezza del Veneto è la tua! Veneto è chi fa e vive in Veneto. E’ un dovere di tutti fare l’indipendenza.

3) Ci vogliono le armi, senza la guerra non si risolve nulla!

Il nostro è un percorso pacifico. Abbiamo e dobbiamo percorrere un percorso legale perchè adesso si può ed abbiamo con noi le leggi Italiane, venete, europee e internazionali. La Slovenia è diventata indipendente in 14 mesi con un percorso legale e senza guerra. E noi, siamo forse da meno?

4) Stiamo facendo l’Europa e voi volete dividere, ma siamo matti?

Noi vogliamo un Veneto indipendente in un Europa senza confini. Liberi scambi e mobilità per tutti all’insegna delle legislazioni europee, che al momento l’Italia è la prima a violare.

5) Non ci lascieranno mai, non ce la daranno mai!

Noi non chiediamo più. Sono gli schiavi che elemosinano. Noi ce la prendiamo con un percorso democratico e legale. E’ stato questo lo sbaglio fino ad ora, è stato quello di andare a chiedere, mentre nessuna costituzione di nessuno stato prevede che un popolo chieda l’indipendenza. L’indipendenza è un processo dal di dentro di autoproclamazione e riconoscimento internazionale.

6) Non ha senso costruire confini!

Noi non costruiamo confini, siamo in Europa e vogliamo essere cittadini europei e vogliamo amministrarci e decidere del nostro futuro senza mediatori a Roma. E’ assurdo chiedere all’Italia quando possiamo farlo da soli. Solo con l’indipendenza politica non dovremo più chiedere ed aspettare. L’Italia non ci serve, è inutile.

7) E come faremo senza l’Italia?

Mi preoccuperei piuttosto di chiedere: “Come farà l’Italia senza il Veneto?”

8) E se l’Italia ci da l’autonomia non ti basta mica?

Il Friuli è regione autonoma eppure ci sono le code di affamati nelle mense comunali per i poveri, chiudono e scappano migliaia di imprenditori. In sud Tirolo vogliono anche loro l’indipendenza perchè l’autonomia vuol dire essere sempre schiavi e dover chiedere che forse ti daranno. Purtroppo l’Italia invoca sempre il principio di salvezza nazionale e con questo autorizza ogni sorta di vessazione sulla popolazione. Uno schiavo che mangia bene resta sempre uno schiavo. L’indipendenza serve a non dover chiedere mai più. L’Italia non ci serve è per noi inutile, anzi ci sta facendo del male.

9) Se non ci fosse la crisi vorresti ancora l’indipendenza?

Certamente, perchè voglio gestire il mio futuro senza dover chiedere. Nel bene e nel male voglio essere responsabile senza dover pesare sulle spalle dell’Italia. Il divorzio è legittimo, la voglia di vivere indipendenti e responsabili è un dirittto e dovere.

10) Ma allora l’Europa ci butterà fuori?

Diciamo che l’Europa ci correrà dietro per averci con lei. Saremo piuttosto noi ad essere corteggiati.

11) Dovremo uscire dall’euro?

Credo di no, piuttosto è possibile che l’euro sparisca da solo. Ad ogni modo, la nostra forza economica ci permetterà di sostenere non solo l’euro ma anche di stampare monete d’oro.L’Europa ci farà ponti d’oro per che noi non saremo una palla al piede ma il contrario.

12) Ma che partito politico governerà la Repubblica Veneta?

Non spetta a noi deciderlo. Noi ci adoperiamo per diventare indipendenti non per fare politica nel senso tradizionale. Il nostro è un movimento apolitico che unisce tutte le forze genuinamente indipendentiste e pacifiche. Non abbiamo secondi fini. Quando saremo indipendenti, i cittadini eleggeranno una costituente ed inizierà un vero e proprio percorso democratico che purtroppo sotto dominazione Italiana non è mai cominciato.

13) Ma che lingua si dovrà parlare?

In Vietnam convivono benissimo con 27 lingue. In sud Tirolo con 3. In Sardegna con 3. In Svizzera con 4.

Speriamo ci siano molte lingue e molta diversità.

E’ l’Italia che ci ha diseducato imponendo un monolinguismo che ci isola dall’europa e ci fa perdere anche il senso delle nostre radici.

14) Perderò la pensione perchè ho versato i contributi all’Italia!

Non preoccupatevi. le vostre pensioni non esistono più. L’Italia le ha già bruciate. Non esiste alcuna cassaforte a Roma. La pensione che danno oggi è il denaro che ogni giorno viene portato via ai lavoratori e i proventi di una politica fiscale draculiana. L’Italia non sarà in grado di pagarvi le pensioni e per questo sta tagliando in continuo. Piuttosto l’unica vera garanzia per voi di una pensione dignitosa in linea con quella nord europea è quella di un Veneto Indipendente. Il Veneto indipendente è l’unica garanzia per la vostra pensione!

15) I carabinieri e l’esercito interverranno contro la popolazione!

Piano! Esistono tribunali internazionali per quei militari che osassero fare atti illegali. Abbiamo dalla nostra l’Europa e le Nazioni Unite che stanno già monitorando il comportamento dell’Italia e sono pronti ad agire con tribunali nel caso a qualche invasato dell’esercito venisse in mente di abusare del proprio potere o compiere atti violenti ed illegali. Piuttosto se venite a conoscenza di intimidazioni, di minaccie, di azioni politiche da parte di personale dell’esercito e polizia, non mancate di riferircelo in quanto siamo in stretto contatto con le istituzioni che monitorano il percorso legale verso l’indipendenza del Veneto, della Catalogna e della Scozia.

16) Ma non è solidale nei confronti delle regioni povere dell’Italia! Siamo egoisti!

Siamo responsabili. Prima dell’egoismo viene la responsabilità. Richiamiamo ogni individuo e gruppo sociale alla responsabilità. Noi Veneti non vogliamo pesare sulla pelle di nessuno ed invitiamo anche gli altri popoli e regioni ad operare per ritornare liberi e responsabili. La solidarietà va oltre i confini. Se c’è un terremoto in Slovenia o Austria noi saremo i primi a portare aiuti, e lo stesso faremo quando dovesse eruttare il Vesuvio o l’Etna. Indipendenza vuol dire responsabilità e solidarietà a 360 gradi e non come sotto l’Italia dove la solidarietà si esprime dentro i confini nazionali.

17) Bello adesso che non avete più bisogno ve ne andate, ma prima?

Fino all’invasione Italiana, noi Veneti non conoscevamo la pellagra, nessuno espropriava il grano di frumento. Abbiamo avuto il più alto tasso di emigrazione oltreoceano proprio grazie alla pressione fiscale Italiana. Ci hanno deportato a morire nelle paludi del Lazio, ci hanno discriminato perchè parlavamo Veneto. Due guerre inutili hanno portato morte, miseria, distruzione e poi ancora l’Italia si è attaccata a succhiare il frutto del nostro lavoro. Credetemi, non siamo mai stati egoisti, anzi fin troppo ingenui, polentoni!

18) Però vi ha fatto comodo scaricare i rifiuti del nord giù a Napoli, ci avete portato l’inquinamento!

Si tratta di stereotipi come quello del Veneto ubriacone, della veneta prostituta, del Veneto razzista, del Veneto sfruttatore. l’Italia con le sue tv e giornali ha costruito tutta una serie di stereotipi: il siciliano mafioso, il napoletano ladro, il sardo pecoraio, il tirolese stupido….cerchiamo invece di unirci in modo fraterno e prenderci le nostre responsabilità e rispettive indipendenze. Lottate anche voi a Napoli per la vostra libertà. Nel 1700 a Napoli eravate la capitale d’Europa, la Sicilia era il giardino del mediterraneo ed è in una posizione strategica. Riprendetevi la vostra storia, la vostra identità e liberatevi dell’Italia anche voi.

19) Ma allora indipendenza vuol dire statuto autonomo, autonomia, federalismo con l’Italia?

Indipendenza vuol dire che noi Repubblica Veneta ci rappresenteremo in tutte le sedi internazionali (Europa, Nazioni Unite) alla pari di qualsiasi altro stato come Slovenia, Austria, Svizzera, Italia. Decideremo tutto da noi senza mediatori.Ci terremo tutti i nostri soldi, e i nostri problemi senza dare o chiedere nulla all’Italia.Avremo le nostre istituzioni, il nostro parlamento, il nostro presidente. L’Italia sarà uno stato straniero e lo rispetteremo come tale.

20) Padania, macroregione o Veneto indipendente?

Ci sembra chiaro, le invenzioni della Lega Nord e le sue bugie hanno ormai le gambe corte. Ci hanno preso in giro per decenni. L’unica soluzione legale consentitaci è quella di un Veneto indipendente, e questo è cio che la legge regionale ed internazionale oltre ai trattati sottoscritti dall’Italia ci permettono. Il resto sono solo bugie per prendere tempo e rimanere seduti sulle sedie del potere.

21) Ma voi siete di destra o di sinistra?

Noi non abbiamo colore politico. Noi non giochiamo a ping pong dentro il tavolo Romano. Siamo un movimento che vuole l’indipendenza e accompagna i Veneti verso l’indipendenza con mezzi legali e pacifici.

22) Ma una volta indipendenti, la chiesa, le tasse, l’esercito, la scuola, il sistema sanitario come saranno organizzati?

Queste decisioni non spettano a noi. Una volta che ci saremo presi l’indipendenza, ci sarà una costituente e tutti i cittadini parteciperanno al voto. Noi siamo una forza apolitica, che vuole l’indipendenza.Naturalmente i potere passeranno al Veneto che manterrà i servizi ed anzi avrà la forza di migliorarli.

23) Vi presenterete alle politiche Italiane?

Non ha senso entrare nel parlamento Romano. Noi facciamo politica da casa nostra e a casa nostra. Uno schiavo non ha nulla da discutere col padrone quando vuole liberarsi.

24) Ma Vs e voi sete la stessa cosa? Perché non vi unite?

Noi non facciamo politica, noi vogliamo l’indipendenza. L’indipendenza non è ne di destra ne di sinistra, tantomeno di centro e neppure cattolica, ma è un vero cambiamento. Ni non serviamo interessi particolari, noi vogliamo un Veneto indipendente, senza se e senza ma, e senza fare giochi subdoli con i partiti Italiani. Dentro Indipendenza Veneta coesistono molte forze di pensiero che lottano unite per l’indipendenza. Indipendenza Veneta è il vero partito unitario dell’indipendentismo, non facciamo distinzioni di razza, religione sesso e ci rifacciamo alla carta costituzionale dei diritti dell’uomo.

25) E con le basi militari Nato e Statunitensi, come faremo?

In genere si mantengono i patti. Quando si eredita, si prendono i debiti e i capitali in blocco. L’Italia ci lascerà un’eredità che dovremo accettare. Ad ogni modo sarà sempre il popolo ad essere sovrano e ad esso spetta l’ultima parola.

26) E chi fa lo statale perderà lo stipendio senza l’Italia datore di lavoro?

No, la Repubblica Veneta prenderà questi dipendendi in carico dall’Italia. Si intende coloro che lavorano all’interno del Veneto. Ogniuno si prenderà le sue responsabilità. I dipendenti statali non debbono preoccuparsi del loro posto di lavoro perché una Repubblica Veneta da senza dubbio più garanzie dell’Italia, e questo discorso vale anche per le pensioni.

27) Ma voi come siete, di destra di sinistra, moderati, di centro, di centrosinistra, di centrodestra, centrocattolici…….?

Noi siamo per l’indipendenza e basta. Noi vogliamo l’indipendenza che non ha colore politico. L’indipendenza non si schiera con nessuna corrente politica. L’indipendenza è un processo istituzionale, popolare e legale che non ha connotazione politica. Noi non discriminiamo per colore, razza, religione, lingua, ricchezza le persone. Noi costruiamo una nuova repubblica che servirà meglio la popolazione. Le istituzioni, le strutture geopolitiche debbono servire l’uomo e non il contrario. E’ l’uomo il centro attorno a cui ruotano e si modificano le cose, e con esse anche gli stati. Nella Repubblica Veneta ci saranno cittadini e non sudditi come sotto l’Italia.

28) Ma il vostro è egoismo!

I Veneti non sono egoisti, anzi sono i primi in donazioni, in volontariato in accoglienza. Quello del Veneto egoista e razzista è uno stereotipo Italiano prodotto dall’Italia e propagandato attraverso i film, la tv , la radio i giornali.L’Itaia ci ha umiliato per anni portandoci via l’autostima.

29) L’Italia è indivisibile.

Non è niente vero. Il trattato di Osimo ha già violato questo principio, quindi le stesse leggi Italiane sono aggirabili e non intoccabili. Noi comunque evitiamo di andare a Roma, scegliamo la via più breve e fattibile: referendum Veneto per l’indipendenza dove voteremo noi cittadini Veneti e nessun altro, saremo noi a decidere e non i calabresi, i toscani etc….Il referendum sarà monitorato da osservatori internazionali i quali ne certificheranno la regolarità ed inoltre monitoreranno che le autorità Italiane rispettino la costituzione Italiana, quella veneta, quella europea, quella Onu con la carta dei diritti dell’uomo, sottoscritte tutte proprio dall’Italia. Il tutto si svolgerà in modo pacifico e legale, chi la pensasse diversamente stia lontano da noi e si prepari a pagare davanti ad un tribunale internazionale per crimini contro l’umanità.

30) E se non vincessimo il referendum?

Ne faremo un altro e avanti fino alla libertà. Il Quebec ne ha fatti 3 e adesso si avvia a diventare libero.

31) Ma che passaporto avremo?

Di sicuro Europeo, poi chi vuole potrà sostituire quello Italiano con quello Veneto. E’ una libera scelta. All’interno della comunità Europea non esistono discriminazioni. Noi non imponiamo il passaporto Veneto come gli Italiani fanno con i Veneti. Noi siamo e saremo per il rispetto.

32) Ma gli Italiani in Veneto a chi pagheranno le tasse?

Permettete una domanda: “Ma gli Italiani che vivono e lavorano in Germania, a chi pagano le tasse?

33) Ma io mi sento Italiano?

Libero di esserlo, i Veneti rispettano gli Italiani di più sicuramente di come gli Italiani hanno sfruttato i Veneti. Noi non faremo discriminazioni e neppure obbligheremo l’Italia a darci soldi, non imporremo alcun prelievo fiscale. Ogniuno per se responsabile e felice.

34) Ma gli Italiani che vivono in Veneto potranno votare?

Un altra domanda: “Ma gli Italiani che vivono in Svezia possono votare?”

35) Ma che cosa ne sarà di tutte le prorietà immobili e mobili che ci sono in Veneto quando ci prenderemo l’indipendenza?

La roba in Veneto resterà dov’è, è nostra è degli abitanti, oppure dovremmo dare a Roma anche i palazzi sul Canal Grande? le proprietà passeranno alla Repubblica Veneta. Piuttosto l’Italia dovrà restiuire proporzionalmente al numero di cittadini Veneti: l’oro della banca d’Italia e tutti quei beni di proprietà comune compresi i contributi versati dai Veneti in tutti questi anni di dominazione Italiana. S’intende, sempre sia rimasto qualcosa o sia mai esistita una cassa pensioni! Abbiamo piuttosto idea che l’Italia non abbia nulla se non accumulato debiti.

36) E che cosa ne sarà dei militari, dei carabinieri, della polizia?

Come per i beni immobili e mobili, con la differenza che gli esseri umani potranno decidere dove vivere e chi servire. Chi vuole potrà anche andarsene e lavorare in Italia e farsi dare la pensione dall’Italia. Gli altri verranno assorbiti dalla Repubblica Veneta. Siamo proprio curiosi di vedere come saranno ansiosi di servire e farsi pagare dall’Italia quei soldati pieni di nazionalismo italiota.

37) Chi finanzierà più i partiti, i giornali, le tv, i giornalisti, la chiesa?

Non spetta a noi deciderlo, speriamo bene che qualcuno abbia il buon senso di trovarsi degli sponsor, di autofinanziarsi e di non continuare a farsi mantenere con denaro pubblico.ma tutto ciò lo decideranno i Veneti e non noi. Noi siamo per l’indipendenza senza se e senza ma, il resto lo decideranno i Veneti.

38) Gli ospedali, il personale, gli invalidi, che fine faranno, e le scuole?

Passeranno sotto il controllo e proprietà della Repubblica Veneta, che crediamo saprà sicuramente obtemperare meglio dell’Italia ai propri obblighi e tutela dei cittadini. Siamo sicuri che i bambini delle scuole Venete non dovranno più portarsi la carta igienica da casa!

39) Che partiti ci saranno?

Quelli che vorrà la gente Veneta. Anzi il pluralismo e le libertà saranno maggiori ed allineate con il resto dell’Europa civile. Non verranno più censurati siti web od incarcerati giornalisti e scrittori.

40) Chi pagherà più il vitalizio ai politici della Lega Nord, agli ex politici Veneti e degli altri partiti italiani?

Credo dovrebbero loro restituire del denaro. Spero provvederà la Repubblica Veneta a regolare i conti con costoro che ci hanno portato alla miseria.

41) E i Bot che abbiamo chi ce li rimborserà?

Temo che l’Italia non li rimborserà proprio a nessuno. Mi dispiace per chi li ha ancora in mano sia esso Tedesco, Veneto o Italiano.

42) I nostri conti in banca che fine faranno?

A meno che le banche non vi freghino, saranno al loro posto. Le banche hanno delle strutture sovranazionali e si comportano in egual modo all’interno dell’Europa. Magari per precauzione, tenete per ora i vostri soldi in banche estere, almeno finchè non ci siamo liberati dell’Italia

43) Ma i prezzi delle case e terreni crolleranno con l’indipendenza?

Più aspettiamo e più l’Italia ci spoglia. Facciamo questa Repubblica Veneta ed incominciamo a ridar valore ai nostri beni il prima possibile.

44) E chi non ha pagato Equitalia, chi non ha pagato l’Imu, chi aveva i beni pignorati?

Tranqillizzatevi e rallegratevi. Con l’indipendenza e la Repubblica Veneta ci sarà un amnistia per tutti i reati fiscali contro l’Italia. Verranno spianati tutti i debiti e ipoteche che l’Italia ha compiuto nella sua opera devastatrice.

45) Ma il mondo va verso l’unione e voi volete dividere?

E invece è proprio il contrario. Alla fine della seconda guerra mondiale esistevano una settantina di stati, oggi ne esistono quasi 200 e continuano a crescere ogni anno. Stiamo andando verso un implosione delle colossali strutture nazionali e verso strutture più piccole, funzionali, più aperte al mondo. Guardacaso è provato da numerosi studi, gli stati più piccoli hanno il reddito procapite maggiore rispetto ai grandi stati, ed anche le liberta civili sono maggiori. Non fatevi mai ingannare dal reddito di uno stato ma piuttosto dal reddito procapite. La Cina ha il fatturato più grande del mondo ma molti dei suoi cittadini vivono in gran miseria.

46) E tutti i morti della prima e seconda guerra mondiale, sono morti per nulla?

Gli operai ed artigiani che 100 anni fa hanno costruito una casa che oraè inutile e viene abbattuta per costruirne una nuova, hanno lavorato per nulla?

written by

The author didn‘t add any Information to his profile yet.