Alessia Bellon Über Alles: incontrerà dirigenza Osram di Monaco per spiegare i vantaggi dell’indipendenza veneta

Il candidato sindaco di Treviso fa una mossa a sorpresa per salvare il centro mondiale di competenza per i led

Schermata 2013-04-10 alle 15.05.57

Alessia Bellon, candidato sindaco di Treviso per Indipendenza Veneta, ha spiazzato tutti i concorrenti intervendo con decisione sulla grave situazione che si è aperta nella Osram, storico stabilimento produttivo trevigiano del gruppo Siemens.

Ieri Alessia Bellon ha infatti incontrato una delegazione di lavoratori e ha comunicato che richiederà un incontro con la dirigenza tedesca per spiegare loro i vantaggi di restare in Veneto e a Treviso, grazie al nuovo progetto di indipendenza veneta ora approdato ufficialmente in regione.

Osram, ha confermato in questi giorni la decisione di una riduzione del personale nello stabilimento di Treviso, da attuarsi in due fasi (60 esuberi quest’anno, 120 il prossimo). Una notizia annunciata oggi da Alessia Bellon è che oltre ai 180 esuberi, ci saranno anche 60 contratti a termine che non saranno rinnovati.

L’incontro è stato operativo ed ha già prodotto alcune iniziative concrete, che saranno portate avanti da Alessia Bellon, che ha dichiarato: “Osram per Treviso rappresenta un punto di riferimento importante per la propria vita economico-produttiva. Non possiamo assistere impotenti e passivi alla messa a rischio della capacità di ricerca e produzione del più importante centro di competenza mondiale dei led, oltre che per la produzione di eccellenza nella luminotecnica.”
Oltre ai led, che proprio a Treviso vedono il fulcro della ricerca e sviluppo a livello planetario, lo stabilimento è specializzato anche nella produzione di schede elettroniche per lampade elettroniche, lampade auto, accenditori fari alogeni, oltre ad avere linee pilota per nuovi prodotti con il proprio centro ricerche.

“Appare strano e sospetto il silenzio che a Treviso è regnato fino ad oggi sulla questione, quando i sindacati dello stabilimento di Bari ne erano a conoscenza da un mese, per dichiarazione del segretario Uilcem Filippo Lupelli.”
“Perché mai sacrificare Treviso, punta di eccellenza, rispetto ad altri stabilimenti che risultano meno produttivi? Quale ruolo ha giocato, o meglio, non ha giocato la nostra classe politica, del tutto assente sulla questione? Per questa ragione ho deciso di interessare e coinvolgere nella questione tutti i candidati sindaci del comune di Treviso, affinché siano ricevuti in un incontro ufficiale con l’azienda, per l’impatto che la decisione ha anche sull’indotto. Serve una logica bipartisan su una questione che impatta fortemente sulla nostra città, già gravemente colpita dalla crisi economica causata dalla permanenza nello stato italiano.”

“La decisione preoccupa non poco anche per il futuro di Osram a Treviso, poiché dai colloqui è emerso che un taglio del 25% del personale comprometterebbe l’autosostentamento dello stabilimento, rendendolo non produttivo e quindi destinato ad essere sacrificato del tutto in un prossimo futuro”.
“Per questo chiederò un incontro con la dirigenza per spiegare le straordinarie opportunità territoriali che si apriranno per Treviso e per il Veneto, grazie al progetto di indipendenza del Veneto, che ora è approdato ufficialmente in Regione e anche in prospettiva della quotazione in borsa di Osram, pur rinviata per ragioni legali. Forse in Germania pensano che l’Italia sia tutta uguale e che si possa tagliare ovunque senza differenze, ma non ha senso per l’azienda compromettere la propria presenza qui e ora, quando siamo alla vigilia della nascita di una nuova piattaforma territoriale dalla quale l’azienda avrà grandi vantaggi.”

Oltre al taglio del personale, è stato deciso inoltre un taglio nel bilancio di 4 milioni di euro, di cui 2,5 imputati alla bolletta energetica. “Di questo punto se ne deve interessare la regione, affinché si studino le alternative possibili per contenere questa cifra, con tutti gli strumenti a disposizione” ha commentato Alessia Bellon.“Contatterò personalmente i consiglieri regionali del trevigiano perché se ne occupino con urgenza.”

Alessia Bellon informerà della situazione di Osram i cittadini di Treviso, già in occasione della prossima corsa per i quartieri, programmata per sabato 13 aprile con partenza alle ore 10.00 da piazza Donatori del Sangue (Gescal) nei pressi del gazebo di Indipendenza Veneta. Il giro proseguirà quindi in Selvana, via Veronese, via IV Novembre, Prato della Fiera.
Domenica 14 aprile l’appuntamento con Alessia Bellon – Forrest Gump sarà invece nel Centro storico, con ritrovo a Porta Santi Quaranta e giro sulle mura e per le piazze di Treviso.

Press News Veneto

written by

The author didn‘t add any Information to his profile yet.