Gli avvocati non sanno far di conto e Pizzati resta segretario di IV

lodovico-pizzatiFiguraccia di Cantarutti e Morosin

Che gli avvocati non fossero tanto bravi a far di conto è cosa risaputa. Risulta però più sorprendente che non sappiano neanche leggere, a maggior ragione quando si tratta di uno statuto scritto da loro. Sembra una puntata di “Oggi le comiche”, eppure è ciò che è avvenuto il 29 agosto, durante una riunione straordinaria e segretissima del consiglio direttivo di Indipendenza Veneta alla presenza anche degli avvocati presidenti Cantarutti e Morosin, che aveva lo scopo di dichiarare la decadenza di Lodovico Pizzati da segretario del movimento. E questa era cosa risaputa. La sorpresa di oggi è che nessuno si era preso la briga di verificare se il quorum necessario fosse stato raggiunto. la notizia clamorosa che ribalta la situazione in Indipendenza Veneta viene direttamente da una nota ufficiale emanata dalla segreteria nazionale del movimento, che pubblichiamo di seguito.
Nel frattempo consigliamo un corso di ripetizioni accelerate in aritmetica per più di qualcuno…

Cari soci,

vi scriviamo per un importante chiarimento e comunicazione in merito alle notizie circolate in questi giorni, che hanno portato grande confusione e incertezza circa la situazione interna ad Indipendenza Veneta.

Vediamo innanzi tutto i fatti. Dal verbale diramato e dalle delucidazioni fornite dal socio Giuliomaria Turco, apprendiamo che al momento della votazione della presunta delibera del consiglio direttivo nazionale che dichiarava la sfiducia al segretario dello scorso 29 agosto 2013 erano presenti 6 membri in carica.

Ricordiamo che ai fini del computo dei voti necessari per approvare la dichirazione di sfiducia vanno considerati i 9 membri in carica (i consiglieri eletti dall’assemblea del 27/05/2012) più altri 2 con diritto di voto (il segretario e il tesoriere), per un totale quindi di 11 voti. La maggioranza dei 3/5 necessaria per dichiarare la sfiducia al segretario è pertanto di 7 voti, superiore ai 6 che hanno approvato la delibera citata. La delibera di decadenza del segretario Lodovico Pizzati è pertanto nulla.

Riportiamo di seguito il comma dell’articolo dello statuto utilizzato per la delibera che spiega bene e senza possibilità di interpretazioni la maggioranza necessaria (e non raggiunta il 29 agosto) richiesta per tale atto.

Art. 17.3 c. 3

La decadenza (del segretario, ndr) viene dichiarata a maggioranza dei 3/5 (tre quinti) dei propri membri in carica ed aventi diritto di voto dal Consiglio Direttivo Nazionale, su proposta di qualunque Organo Nazionale o di Area od anche di propria iniziativa.

Il segretario nazionale in carica e legale rappresentante di Indipendenza Veneta resta pertanto il prof. Lodovico Pizzati, mentre il socio Giuliomaria Turco resta quindi vice segretario.

Ricordiamo inoltre a tutti i soci che il segretario di IV prof. Lodovico Pizzati sarà presente come relatore nell’importante evento che si terrà a Canizzano (frazione di Treviso), il prossimo 5 settembre alle ore 21, nella tensostruttura di fianco alla Chiesa.

Oltre al prof. Pizzati, gli altri relatori che interverranno sono:

prof. Marco Bassani, Docente Storia delle Dottrine politiche all’università di Milano
dott. Silvano Piazza, sindaco di Silea e leader movimento dei sindaci
prof. Paolo Bernardini (docente di Storia all’Università dell’Insubria)
ing. Gianluca Busato, imprenditore
dott.ssa Gloria Gasparini, Imprenditrice

Invitiamo tutti i soci ad essere presenti.

Venezia, 2 settembre 2013

Segreteria nazionale
Indipendenza Veneta

written by

The author didn‘t add any Information to his profile yet.