Archive for category: primarie

ELEZIONI REGIONALI: PNV CANDIDA PANTO A PRESIDENTE DEL VENETO

Tweetgovernment,politics news,politics news,politicsIl programma di…

Read more

Coordinamento nasional del PNV: sì ad aleanse co liste indipendentiste

El candidà presidente el vegnarà espreso dal Partito Nasional Veneto

(pì soto el comunicà in talian, ndr)

Venare 8 de xenaro se gà riunìo el Minor Consejo, el Consejo dei X e i coordinatori del PNV par ła prima riunion de coordinamento nasional del 2010 e pa far el ponto suła situasion połitica in previxion dełe prosime elesion regionałi.
Dała riunion a xe vegnùo fora come ke ła linea połitica perseguìa dal PNV ła se gapia dimostrà ancora na olta coerente e lungimirante, grasie al’individuasion de un percorso ciaro e ben definìo suła strada verso l’indipendensa.
Par cuel ke riguarda cualke proposta ricevùa da altre formasion venete, ła valutasion ła xe un mucio poxitiva, parké vien fora na cosapevołesa pì granda deła cauxa indipendentista. In particolar ła xe stada ciapada in considerasion ła proposta de aleansa eletoral ke xè rivada dal costituente Partito dei Veneti, prexentà tre dì fa, dopo el cołaso deła precedente esperiensa de Veneto Libertà.
El coordinamento nasional del PNV el gà decixo de dir de sì al’ipotexi de creasion de na lista unitaria col Partito dei Veneti, stabiłendo a propoxito alcuni ponti fermi: Read more

Read more

Elezioni Regionali, nomination del PNV: vincono i Veneti Libari (54,82%) davanti alle DIVE (44,99%)

clicca per ingrandire

Oltre 5.000 preferenze per il ticket presidenziale composto da Claudio Ghiotto e Gianluca Panto. Segue Sabrina Tessari

Partite il 25 ottobre scorso, si sono concluse il 30 dicembre le primarie del PNV e oggi sono stati resi noti i risultati della contesa che vale la nomination alla presidenza del Veneto per conto del Partito Nasional Veneto.
A prevalere è stata la squadra dei Veneti Libari, che ha raccolto 5.724 preferenze, pari al 54,82% dei voti totali. Al secondo posto si è classificata la formazione delle D.I.VE., le Donne per l’Indipendenza Veneta guidate da Sabrina Tessari, che ha raccolto 4.698 sottoscrizioni, pari al 44,99%. Molto staccata la formazione Indipendenza Veneta, con capolista Albert Gardin, con lo 0,19% delle preferenze espresse dai Veneti che hanno partecipato alla contesa.
A questo punto il ticket presidenziale espresso dal PNV è composto da due imprenditori veneti di successo, Claudio Ghiotto di Montecchio Maggiore (VI) e Gianluca Panto di Villorba (TV).

Da regolamento, ora i due candidati hanno 10 giorni di tempo per fare le proprie valutazioni e decidere se accettare, o meno la propria investitura. In caso di indisponibilità del ticket presidenziale emerso dalle primarie, la scelta ricadrà su Sabrina Tessari, leader delle D.I.VE..

La nomination definitiva del PNV alla presidenza del Veneto seguirà tale decisione.

Claudio Ghiotto

Read more

Read more

Le primarie del PNV: sfida all’ultima preferenza

Tweetgovernment,politics news,politics news,politics Try JibJab Sendables®…

Read more

Lucio Chiavegato: “E deso vołemo l’indipendensa”

Tweetgovernment,politics news,politics news,politicsEl storico leader…

Read more

El PNV prexenta el so sinboło: Veneto Stato Indipendente, con referendum

Tweetgovernment,politics news,politics news,politicsLa folia de tilio…

Read more

Torna TAMARA VIDALI , la mitica driver trevigiana

Tweetgovernment,politics news,politics news,politicsTutti la ricordano…

Read more

Sono seriamente preoccupato

di Gianluca PANTO

Stop-ai-LadriIeri sera ho visto uno stralcio di dibattito tra Tremonti e Bersani.
Inizio ad essere preoccupato.
Bersani ha detto a Tremonti che servirebbe una manovrina da 8-9 miliardi di euro.
Ha ricordato che se si facesse un intervento tipo quello che fece Prodi per entrare in Europa si potrebbero “grattare” ben 50 milioni.

Tremonti non era del tutto contrario. Sia la destra che la sinistra discutevano , ma alla fine il tema era solo quello di decidere da che parte grattare e con quali modalità, ma sempre grattare.
Vi ricordo che Prodi rubò da noi conti correnti il 0,6% dei nostri soldi mediante un prelievo forzato.

Poi ci mettiamo dentro lo scudo fiscale e la confisca legalizzata del 5% dei soldi che molti italiani conservavano all’estero.
Poi ci mettiamo che lo stato ha effettuato il furto legalizzato dei soldi contenuti dei conti dormienti.
Quei depositi non movimentati da almeno 10 anni.
Adesso ci sono 200-400 mila persone che vorrebbero farsi dare i soldi indietro ma il Ministero preposto per gestire questa massa di popolo ha messo solo un paio di impiegati al telefono.
Intanto i soldi sono presi e chissà .
Sono seriamente preoccupato.
Perché queste tre situazioni di scippo legalizzato sono convergenti ed indicano inequivocabilmente che non ci sono più soldi, e lo stato pensa a come sequestrare soldi a quei cittadini che detengono qualche risparmio.
Per ora lo fa con garbo e senza dare troppo nell’occhio.

Siamo in situazione pre-default, ci stiamo avvicinando verso una situazione critica?

Read more

Read more

INTARVISTA A GIANLUCA PANTO

vota per CLAUDIO GHIOTTO E GIANLUCA PANTO

—-

Tolto da GaxetaVeneta.com

GAXETA: Gàlo on nome ca el péxa .
PANTO: O savevo de sta dimanda, ma no intendo farme bel sora la justa fama de st’altri. A spere sol ca el pose darghe pì visibilità al partito ca me prexento (PNV Partito Nasional Veneto).

GAXETA: Da ndò rivela la so famejia?
PANTO: Naltri a sen Veneti da mar dele ixole jonie, armadori , costrutor de nave . El me antenà direto el xè sta canselier dela rejina Corner. Originario de Corfù el abitava Candia (Creta) ma la Serenisima lo gheva destinà Sipro, servir la rejìna . Esendo so servidor el ghéva rivà co ela Venesia inte’l 1489, co ela la gà asa l’ìxola ai Veneti . Da lora ghemo senpre abità kive, a Venesia o rènte ste bànde.
Venesia li gà scomisià far i commercianti de pece. I la inportava da la Slavònia, li forniva la sità e anca l’Arsenal. Read more

Read more

Veneto 2010: porta di ingresso per il futuro o ultima fermata prima dell’inferno?

economia-digitale

vota per SABRINA TESSARI e GIANLUCA BUSATO

—-

di Gianluca Busato

Economia digitale, libertà fiscale e indipendenza per rilanciare il Veneto nel mondo

Il Veneto nel 2010 è chiamato ad esprimersi sul proprio futuro.

Un futuro di grande incertezza, confermato dalla grande quantità di giovani veneti che scappano verso altri Paesi, aumentando ogni anno che passa il grave fenomeno della “fuga dei cervelli”.

Il mio impegno nella politica veneta è dettato proprio dalla preoccupazione enorme che ho constatato nel vedere l’assenza totale di una capacità di dare una visione strategica al Veneto del futuro.
La politica veneta attuale si limita a una sottospecie di amministrazione condominiale di derivazione centralistica, con un riparto nepotistico e clientelare delle briciole di risorse pubbliche che ci ritornano da uno stato italiano predone, che ci ruba oltre il 70% della nostra ricchezza. Questi loschi figuri al potere si sono specializzati nell’inchino servile alle segreterie di partito romane e milanesi, nel soffocamento totale di qualsiasi rimasuglio di orgoglio veneto, per piacere ai loro capi.

Read more

Read more