16.1.10. La Venetia indipendente sarà governata dal PNV?

Solo se, dopo aver ottenuto l’indipendenza, il popolo voterà per un governo del PNV. Il PNV propone che siano tenute nuove elezioni in breve tempo dopo che sarà stata dichiarata l’indipendenza della Venetia.
La costituzione provvisoria che il PNV proporrà per l’indipendenza richiederà senz’altro termini fissi per le elezioni parlamentari, ad esempio ogni quattro anni.
Con l’indipendenza, i veneti avranno ogni volta il governo per cui hanno votato.
A differenza di ciò che sta accadendo ora, in cui i veneti non hanno un governo di Roma per cui essi hanno votato e negli ultimi 15 anni hanno visto solo 2 ministri veneti al governo. Non avranno primi ministri come Prodi, o Berlusconi, o Veltroni, o Fini, o D’Alema, o Casini, i cui partiti non sono veneti e in cui i veneti sono praticamente assenti dalle segreterie centrali dei loro partiti. Questo perché con l’indipendenza il voto di un veneto non conterà come meno di un decimo di voto come avviene ora per il governo di Roma, ma conterà per intero al fine della scelta del futuro politico e di governo degli interessi veneti.
A differenza degli altri partiti, il PNV non sta chiedendo potere per il proprio tornaconto. Il nostro obiettivo di partito politico è di dare alla gente veneta, non ai politici, una voce diretta sull’indipendenza veneta. L’andatura nel percorso verso l’indipendenza sarà deciso in ogni frangente dallo stesso popolo veneto.