16.6. Il turismo, il reticolo industriale della Venetia e il consumerismo

Investire sulla grandi risorse e capacità produttiva della Venetia

Grazie alla possibilità di autogestire le proprie risorse e soprattutto di stabilire le politiche fiscali, il governo della Venetia indipendente potrà rendere più interessante il nostro territorio come base di investimento per uno sviluppo industriale che finalmente possa completamente integrarsi sul piano internazionale, superando i limiti attuali della sola buona volontà dei singoli imprenditori.
Il PNV è favorevole alla promozione di un autentico marchio “made in Venetia”, che possa garantire la qualità dei prodotti e dei processi produttivi realizzati secondo la tradizionale capacità lavorativa ed imprenditoriale veneta.
Un governo indipendente potrà potenziare e valorizzare il sistema industriale ed artigianale della Venetia: la rete di imprese. Ma potrà anche attuare delle riforme, prima di tutto culturali, che permettano il potenziamento delle università in vere industrie del sapere, favorendone così l’integrazione con il sistema produttivo.
Oggi il turismo della Venetia produce un volume d’affari di rilevantissime dimensioni ma una parte importante di esso viene assorbito da tasse che vanno a finanziare le casse dello stato italiano invece di restare sul territorio per mitigare l’impatto sull’ambiente che tali flussi turistici inducono.

 La difesa dei consumatori, dei cittadini e la giustizia

Assistiamo continuamente all’offesa dei consumatori (soprattutto in campo finanziario). Anche se vengono emanate leggi di tutela, ad esempio sarebbe da istituirsi l’obbligo di dichiarazione di provenienza dei prodotti, queste vengono puntualmente disattese impunemente.
La Venetia indipendente, affiancando le massime garanzie di tutela della libertà, potrà tuttavia imporre pene certe e severe per chi viola le leggi.