16.7.1. L’indipendenza come influenzerà i servizi pubblici come scuole e ospedali?

Ci sarà continuità e miglioramento nello svolgimento di questi servizi.
Gli attuali consigli regionali e provinciali veneti hanno già i loro assessorati e dipartimenti preposti all’agricoltura, istruzione, ambiente, sanità, industria, affari sociali, ordine pubblico, lavori pubblici e altri ancora. Tali assessorati hanno già uffici e strutture che saranno utilizzate con una logica di risparmio e continuità.
La differenza principale di tali dipartimenti dopo l’ottenimento dell’indipendenza è che i funzionari e gli impiegati che vi presteranno servizio risponderanno al servizio pubblico veneto e non italiano come avviene ora, anche se su base regionale.
Le commisioni mediche e i consigli di amministrazione sanitari, le autorità locali, la scuola e la polizia continueranno ad essere finanziati dal governo veneto. La differenza è che con l’indipendenza, il denaro allocato nei servizi pubblici rifletterà il grado di benessere della Venetia.
Nell’attuale Italia, molti servizi pubblici hanno il destino obbligato di una privatizzazione incombente causata dall’incapacità gestionale e dallo sperpero di denaro pubblico della politica italiana.
La tradizione solidaristica e mutualistica veneta sarà preservata grazie all’indipendenza che restituirà tali servizi e strutture al buongoverno della cosa pubblica, per il bene di tutti noi.
L’indipendenza ci darà grandi opportunità per una visione differente e più responsabile dei servizi pubblici in Venetia.