17.1. Islanda

L’Islanda è un’isola vulcanica nell’oceano atlantico del nord e il paese europeo più ad occidente. È stato scoperto da immigranti della Scandinavia, Irlanda e Scozia nel 9° e 10° secolo dopo Cristo. Oggi l’Islanda ha una popolazione ci circa 300.000 abitanti, la maggior parte dei quali abita nella capitale Reykjavik e nell’area circostante.
Il parlamento islandese – l’Alþingi (http://www.althingi.is) – è ritenuta essere l’assemblea legislativa più antica funzionante al mondo e fu istituito nell’anno 930. nel 1918 l’Islanda è diventata uno stato sovrano sotto la corona danese, prima di diventare una repubblica indipendente nel 1944.
L’Islanda di oggi è un Paese europeo moderno ed evoluto, i cui cittadini beneficiano dei migliori standard di vita el mondo. È un membro dell’area di libero commercio europeo e della NATO. Il settore della pesca conta per quasi tre quarti di tutte le esportazioni islandesi.
L’Islanda, con un’aliquota del 18%, applica una delle tassazioni alle imprese più basse in Europa ed è classificata come la 4° economia più competitiva al mondo nella speciale classifica sulla competitività mondiale dell’IMD (International Institute for Management Development, Ginevra).  L’economia islandese è cresciuta regolarmente dagli anni ‘90. Il paese ora ha una disoccupazione bassissima e una distribuzione di reddito molto equa. Il successo economico ha permesso all’Islanda di investire in un sistema previdenziale generoso e in standard elevati di sanità pubblica. L’Islanda gode di una tra le aspettative di vita più alte al mondo.
L’Islanda gode di molte risorse energetiche rinnovabili. Il paese ottiene la propria energia dalla trasformazione delle energie idroelettrica e geotermica. L’Islanda ha un piano molto ambizioso per convertire tutti i propri veicoli, compresi le imbarcazioni da pesca, in veicoli ad idrogeno pulito, al fine di divenire il primo paese al mondo con un’economia libera da carburanti fossili. Il programma sull’idrogeno è stato iniziato ed è tutt’ora condotto da un consorzio apposito che include DaimlerChrysler, Shell Oil e Norsk Hydro.
L’indipendenza ha dato all’Islanda la libertà di diventare un leader mondiale. È la cosa migliore che sia successa all’Islanda. Potrebbe essere la cosa migliore che accade anche alla Venetia.