17.2. Irlanda

L’Irlanda ha una popolazione di più di 4 milioni di abitanti e ha conquistato la propria indipendenza dal Regno Unito nel primo quarto del ventesimo secolo. Da allora, l’Irlanda si è trasformata in una delle più grandi storie di successo nell’Europa moderna.
L’economia irlandese è semplicemente raddoppiata rispetto agli anni ’90. In tale periodo l’Irlanda ha goduto del più alto tasso di crescita di qualsiasi altro paese dell’area OCSE. Il PIL pro capite è ora superiore di 10 punti percentuali rispetto alle 4 grandi economie europee e il secondo più alto dopo il piccolo Lussemburgo.
La conseguenza è il benessere diffuso del cittadino irlandese. L’Irlanda è stata recentemente classificata come il miglior paese del mondo in cui vivere secondo un’inchiesta sulla qualità della vita condotta dalla Economist Intelligence Unit.
Non è in crescita solo l’economia irlandese. Anche la sua popolazione gode di ottima salute e si prevede che superi i 5 milioni di abitanti nei prossimi vent’anni.
L’ingresso nell’Unione Europea ha aperto all’Irlanda il più grande mercato unificato mondiale e il paese cattolico è riuscito ad attrarre un sempre maggior numero di turisti ed imprese. L’Irlanda ha saputo velocemente costuire collegamenti aerei ai nuovi dieci membri della UE – un mercato aggregato di 70 milioni di persone.
L’indipendenza ha dato all’Irlanda la libertà di competere con gli altri paese sullo stesso campo di gioco e gli ha permesso di vincere la partita. L’indipendenza ha permesso che l’economia e il popolo irlandese fiorissero. Potrebbe essere la cosa migliore anche per la Venetia.