INDIPENDENTI E PIEN DE SCHEI

Nuovi Partiti nati morti, la festa è finita e l’indipendenza è sempre più vicina

manifesto-b-rid2

Un tripudio di tricolori vede la nascita di un “nuovo” partito con il medesimo oggetto sociale di tutti gli altri presenti nel parlamento italico e – per quanto ci riguarda – anche nel Consiglio regionale Veneto: ovvero il furto continuato e aggravato dei cittadini veneti.
Il gattopardismo italico tenta disperatamente di sopravvivere a sé stesso, ma lo sforzo è inutile.
Un branco di affamati politici nullafacenti, uniti da destra a sinistra, con la cerniera fondamentale della lega nel furto del nostro lavoro.
Lupi famelici e gran imbroglioni, che dipingono le cose come NON sono.
Alzi la mano chi oggi vede una speranza nei partiti italiani. Alzi la mano chi ha fiducia in costoro.
Criminali politici uniti solo dalla voglia di mettere la mano al nostro portafogli.
Anche quando dicono di difendere la nostra Patria Veneta, in realtà lavorano alacremente per portarci via soldi (come dimostra l’ultima scandalosa decisione di rifare il sito internet del consiglio regionale, buttando al vento ben 7,5 milioni di euro di nostri soldi, appaltaltandolo inoltre a una società romana gestita da personaggi quantomeno imbarazzanti).
Politici che si vergognano addirittura di difendere la nostra identità veneta, come quel sindaco di Verona che, per paura di sminuire la padania, o meglio la little italy dei suoi capi, nemmeno si è presentato in piazza delle Erbe a salutare i tedofori che hanno portato il gonfalone di San Marco durante la Marcia del Popolo Veneto.
Che vergogna!
Tutti uniti da destra a sinistra, tutti con la stesse parole d’ordine, autonomia e federalismo, ma tutti uniti nel tenerci nel più fallimentare e ladrocinante stato al mondo.
Come si fa ad avere speranza di riformare – a Roma – il 156° stato al mondo per giustizia, il 168° stato al mondo per libertà economiche, l’80° stato al mondo per libertà di informazione?

Ecco perché possiamo dire a gran voce che:

  • AUTONOMIA E FEDERALISMO = FURTO CON SCASSO DELLA VENETIA
  • INDIPENDENZA = LIBERTÀ E FELICITÀ

L’indipendenza è una lunga marcia che ha preso il via in moltissimi Paesi e il cui testimone finalmente sta arrivando anche in Venetia, grazie alla nascita di una giovane classe dirigente che finalmente ha deciso di puntare i piedi e chiedere il consenso ai Veneti per l’indizione di un referendum di autodeterminazione. Una riforma politica più facile rispetto a quelle impossibili predicate da partiti che appendono manifesti sempre più uguali: per ottenere l’indipendenza ci basta un solo milione di voti, contro i 25 milioni di voti delle baggianate autonomiste e federaliste.

Basta panzane, basta tradimenti, basta repubblica delle banane!
Basta a questi partiti maledetti coperti d’oro per mantenerci schiavi.

Ora noi Veneti vogliamo essere INDIPENDENTI E PIEN DE SCHEI!

Gianluca Busato
Segr. Pnv

manifesto-a-rid2

written by

The author didn‘t add any Information to his profile yet.
Related Posts