Veneto Stato riprende a volare con Alessia Bellon presidente e Lodovico Pizzati segretario

Oggi all’hotel Amadeus di Venezia si è tenuto il Maggior Consiglio (l’assemblea dei soci) di Veneto Stato.

Durante tutta la giornata si è respirata un’aria fresca e una voglia di fare grandi cose per l’indipendenza del Veneto. Sono stati molti i momenti significativi avvenuti durante il congresso che costituisce l’organo sovrano del partito indipendentista che si sta conquistando una visibilità sempre maggiore e uno spazio politico crescente nel panorama Veneto.

Sicuramente ha molto contribuito lo spessore della conduzione dell’assemblea da parte del professor Paolo Luca Bernardini, storico e studioso di fama internazionale.

È stata quindi molto toccante ed emozionante sia la lettera inviata dai Serenissimi Flavio e Cristian Contin, improntata all’unità e al dialogo tra tutte le componenti dell’indipendentismo e i saluti portati direttamente al Congresso dal “comandante” dei Serenissimi Fausto Faccia e del Presidente del Partito Autonomista Trentino Tirolese Walter Kaswalder.

Un momento di grande passione si è registrato con l’intervento applauditissimo dell’avv. Alessio Morosin.

Il Maggior Consiglio di Veneto Stato, quindi, dopo aver deliberato l’azzeramento di tutte le cariche e di tutti gli organi del partito previsti dallo statuto, compresi i precedenti segretario Guadagnini e presidente Chiavegato eletti all’hotel Viest e oggi destituiti, ha proceduto quindi all’elezione delle nuove cariche.

L’Assemblea, dopo le relazioni dei candidati ha pertanto eletto il nuovo organigramma di Veneto Stato:

  • Presidente nazionale: Alessia Bellon
  • Segretario nazionale: Lodovico Pizzati
  • Tesoriere: Cristiano Zanin
  • Minor Consiglio (ovvero il consiglio direttivo nazionale): Teresa Davanzo, Gianfranco Favaro, Diego Turco, Nicola Vianello, Paolo Tome’, Stefano Venturato, Riccardo Zanconato, Giampaolo Borsetto.
  • Consiglio dei Diexe (collegio nazionale dei probiviri): Michele Sarti, Manuel Carraro, Franco Tonello, Moreno Breda, Stefano Zanellato, Giorgio Rosso, Stefano Vianello, Gedeone Nenzi, Gianluca Panto.

Il Maggior Consiglio ha quindi approvato due mozioni presentate da Gianluca Busato che hanno permesso di deliberare l’adozione immediatamente esecutiva di un nuovo regolamento territoriale e del nuovo regolamento sulle modalità di svolgimento del Maggior Consiglio.

L’assemblea ha registrato un grande spirito unitario e di forte determinazione e volontà di riprendere con grande forza il percorso politico, pacifico, legale e democratico per l’indipendenza del Veneto.

In assoluto, la grande novità politica emersa dal congresso veneziano di oggi è stata l’elezione di Alessia Bellon come nuovo presidente, una donna giovane e preparata, la cui nomina costituisce un fatto politico che segna un cambiamento epocale per la politica veneta indipendentista.

Dopo lo sfascio dei partiti italo-padani e di tutto lo stato italiano oramai fallito e predone, la squadra preparata e determinate di Veneto Stato, con il nuovo presidente Bellon, il segretario Pizzati e tutto il nuovo team eletto si pongono quindi all’attenzione del panorama politico veneto come la grande novità in grado di interpretare l’unica reale e promettente alternativa, tracciando la via per un percorso naturale verso la completa indipendenza politica del Veneto.

Press News Veneto

written by

The author didn‘t add any Information to his profile yet.